sabato 29 gennaio 2022

Si va verso la riconferma

 

Il mondo ci ha osservato per giorni, ora l’accordo è stato finalmente raggiunto, si va verso la riconferma. Si tira un sospiro di sollievo dopo il lungo tira e molla che ha tenuto milioni di persone incollate al televisore. Anche Mentana è stato visto più rilassato dopo che ha avuto il tempo di cambiarsi il pannolone.

Viva soddisfazione è stata registrata in larghi settori dell’opinione pubblica. La Sicilia è in tripudio. L’interessato ha dichiarato: “Avevo altri programmi, ma se serve ci sono”. Poi ha aggiunto: “Da piccolo sognavo di diventare un supereroe, avevo abbastanza voglia e immaginazione per questo”. Ogni uomo fiorisce nel potere.

A Montecitorio, pur presenti le solite tensioni tra i giocatori di scopone, si respira aria di soddisfazione e ci si prepara all’evento, che sarà seguito dalla bouvette. Mario Draghi ha mantenuto il solito riserbo, ma fonti del suo gabinetto hanno riferito che avrebbe esclamato: “È dura, ma sarà solo per pochi giorni”. Bersani: “Ci avevo fatto un pensierino anch’io”. Massimo Cacciari: “Sono anni che dico che il passaggio all’orario invernale è stato un grosso errore”.

Voci dai social: Luigi Castaldi: “Duole dirlo: è vero”; Massimo Mantellini: “Un altro splendido oggetto morto”; Mario Seminerio: “Un paese morente ma che vuole divertirsi”. Vitalba Azzollini: “Aspetto di leggere le clausole del contratto”. Giuliano Ferrara: “Ho deciso di aspettare ancora un po’”.

Anche il comitato tecnico scientifico ha promesso che a febbraio saranno allentate le misure restrittive: davanti al televisore saranno ammessi anche i popcorn. La Gruber colta da malore e stata soccorsa da suor Viola. Non appena ricevuta formalmente la riconferma, Rosario Wind salirà verso la Liguria per l’investitura ufficiale.

4 commenti:

  1. Stupisce lo stupore. Era già stato rieletto per acclamazione dal Popolo, alla Scala.

    RispondiElimina
  2. Stupisce che Giuliano Ferrara abbia deciso di aspettare ancora un po'. Ce la farà?
    😁

    RispondiElimina
  3. Io soffro, madame, e lei mi buggera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sofferenza, dottore, è mal comune. non ci resta che parlare di vacuità, sciocchezzuole, pettegolezzi

      Elimina