venerdì 12 febbraio 2021

Il governo Cencelli


I più sprovveduti che pensavano che un solito governo fosse impossibile, sono rimasti delusi. Ancora una volta è stata rispolverata la vecchia commedia, giocando la carta dell’uomo più avanzato e di prestigio, che però ha tirato fuori dal cilindro il manuale Cencelli. Non possiamo biasimarlo se vuole salire al Quirinale e restarvi.

Una dopo l’altra le illusioni cadranno, poiché la crisi è di sistema e nessun partito politico, forte della propria impotenza, avverte la necessità di rischiare il proprio presente per guadagnarsi un futuro incerto. La negazione della politica sul terreno della politica stessa ci è stata servita stasera all’ora di cena dopo due mesi di tira e molla. 

11 commenti:

  1. Francesco Pazzi13 febbraio 2021 08:48

    Governo dei migliori? Governo dei competenti (i miei preferiti)?
    - Gelmini
    - Brunetta
    - Carfagna
    Manuale Cencelli?
    - F.I. 165 parlamentari e 3 ministeri
    - % Stelle 331 paròlamentaroi e 4 ministeri...ah! già, ma quelli sono incompetenti.

    RispondiElimina
  2. Veramente spettacolare. Ieri sera ho ascoltato la lista dei ministri in diretta e mi veniva da ridere in approccio umoristico pirandelliano.

    Da fisico poi, che lavorava sui neutrini proprio al Gran Sasso, il ritorno della mitica Mariastella mi ha proprio fatto male.

    La classe politica ormai non è più il comitato d'affari della borghesia, è direttamente la compagnia dei buffoni di corte. Ci pensano altri a gestire i propri affari, al popolo diamo direttamente spettacoli di bassa qualità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu la sapevi quella del sussidiario? leggi il post di oggi.

      Elimina
  3. CON POLITICA INTENDI POLITICANTISMO O QUALCOSA DI POSITIVO? GS

    RispondiElimina
  4. governo tecnico/politico, aristocratico/straccione, foto d'Italia. Più a fuoco del precedente. Da una parte i migliori che han superato la democrazia da un pezzo; dall'altra i peggiori per chi non ce l'ha fatta. La prima classe è in testa. In prima classe nessuno paga di tasca propria; in seconda e terza molti senza titolo di viaggio. Controllore non passa oggi.

    RispondiElimina
  5. A me la cosa che è parsa più ridicola dall'inizio, era l'aspettativa di giornali e tg per le grandi sorprese, per quella che si preannunciava come la grande rivoluzione. Nessuna indiscrezione, tutti in partiti he sembrava andassero dal padrone con il cappello in mano a implorare.
    Invece, io nemmeno me lo ricordavo, ma alla fine è quello, il vecchio Cencelli, cambiato in peggio, se possibile.

    RispondiElimina