mercoledì 30 maggio 2018

Si voterà l'8 settembre



In un paese come questo, dominato dall’analfabetismo (non solo grammaticale ed economico) e dall’idiozia (in senso etimologico), non può esserci altra data per il voto. Ne abbiamo un gran bisogno.

8 commenti:

  1. Così è troppo facile. Ciao.
    Marco

    RispondiElimina
  2. Ma perché, non siamo forse un paese normale? La normalità degli assassini e delle vittime, dei servi e dei padroni certo, come tutti nel mondo. L'autorazzismo non illumina nulla. Con stima.

    RispondiElimina
  3. finta,controfinta,veronica e poi tunnel

    alla fine si sono messi insieme fifì e cocò, e senza opposizione al momento

    la politica borghese che spettacolo!


    RispondiElimina
  4. Beh, sembra che non si voti l'8 settembre, un bel Tria come ministro dell'economia e tutte le preoccupazioni andate via.
    Saluti,
    Carlo.

    RispondiElimina
  5. Tutto bene Olympe?
    Mi manchi!

    RispondiElimina
  6. Adesso cominciamo a preoccuparci (naturalmente mi riferisco alla sua assenza). Saluti

    RispondiElimina