lunedì 16 settembre 2019

Grandi cimiteri sotto la luna


Immaginiamoci un cimitero con 90.000 tombe. Sulla lapide di una di esse potrebbe esserci iscritto il nostro nome o quello di una persona a noi cara. Sono le tombe delle persone che solo quest’anno in Italia moriranno precocemente a causa dell’inquinamento atmosferico: 1500 per milione.

Nove persone su dieci vivono in luoghi con livelli d’inquinamento (particolato atmosferico) più alti di quelli raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il nostro paese rimane quello con l'aria più fetida fra i grandi paesi europei, non solo per quanto riguarda la Pianura Padana, ma anche per Napoli, Taranto, la Sicilia sudorientale, Frosinone, Benevento, Roma e la valle dell'Arno.

Circa due terzi dei decessi è dovuto alle cosiddette polveri sottili (sistemi di trasporto, di riscaldamento, ecc.), il 30% circa per il biossido d’azoto prodotto prevalentemente dalle attività agricole (*), il 4% circa per l'ozono (varie cause).

L’inquinamento atmosferico è la prima causa di morte precoce in Europa, 790.000, e nel mondo, 9.000.000, pari a 15 volte di tutte le vittime delle guerre e delle morti violente in un anno nel mondo!

(*) Le attività agricole e di allevamento animale emettono nell'atmosfera ammoniaca (NH3), dai fertilizzanti e dalle deiezioni degli allevamenti. L'ammoniaca nell'aria reagisce con nitrati e solfati (prodotti degli autoveicoli) e va a formare particolato fine.

12 commenti:

  1. Ecco perché l'aria è ancora a gratis.

    RispondiElimina
  2. Direi..

    Direi che da un lato non v'è da preoccuparsi,dall'altro invece molto.
    In mezzo ci può stare una mia considerazione del tutto personale: "Quando verso la fine degli anni 60 ,leggevo Odissea nello Spazio o meglio 2010 l'Odissea continua,un"cervellotico"Hall,rischiava di mandare a monte una missione,"l'uomo" gli mise fuori uso le parti più cervellotiche e profonde (quasi coscienza) per poter continuare..orbene ,aveva ragione Hall o "l'uomo" ?

    caino

    RispondiElimina
  3. ec .Era Hal 9000 o giù di lì.

    caino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh no, non vale, bisogna essere precisi nelle citazioni

      Elimina
  4. Domanda banale? Non non credo: Che fare?8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Correggo: domanda banale? No, non credo! Che fare?

      Elimina
  5. Si chiama decarbonizzazione. Se lei ha avuto occasione di leggere la stampa tedesca in questi giorni avrà constatato con quanta serietà LORO si stanno occupando della questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Ho smesso da tempo di credere nella favola di decarbonizzare il capitalismo. L'immane quantità di energia inutile prodotta da questo sistema, è pari solo alla cecitá e quindi stupiditá ideologica con cui vanno avanti gli uomini e donne di questa società.
      La decarbonizzazione all'interno del capitalismo, mi evoca il mito di Sisifo. Mentre che le tecnologie per decarbonizzare dimostrano senz'altro che un diverso modo di produrre e consumare energia, nel rispetto di Gea, è possibile.

      Saluti

      Elimina
    2. ammettiamo che in italia il particolato è un problema molto serio, tuttavia si sa parlando di COLORO che intendevano insabbiare il diesel gate dando la colpa a un ingegnere italiano ?

      Elimina
    3. è l'ultima chance al momento, non sarà la soluzione ed è tardiva. guardiamo al bicchiere mezzo pieno sennò non ci resta che la disperazione.

      Elimina
  6. Progetto Drawdown

    https://www.drawdown.org/solutions

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sorry...ma in soldoni , a parte i soliti luoghi comuni, spiega da dove si tirano fuori i gW ?

      Elimina