venerdì 2 marzo 2018

Vai ad accendere la tua candela



Lavoriamo per arricchire sempre di più un pugno di succhiatori di sangue umano. Per mantenere nei loro agi una manica di stronzi che ci chiedono di lavorare e produrre sempre di più, di votare qualunque cosa, fosse pure scheda bianca, per tenere in vita un sistema morente e privo di senso.

È come se un prete ti dicesse: entra, accendi una candela, non importa su quale altare, se per fede o solo perché in un momento di debolezza l’hai promessa. Poi siediti pure all’ultimo banco, prega o impreca, l’importante è che sei in chiesa.

6 commenti:

  1. Però vedi anche di fare poco casino eh. Perchè vogliamo che in chiesa si stia composti e decorosi.

    RispondiElimina
  2. perciò il banco nei pressi dell'uscio

    RispondiElimina
  3. Leggendo la similitudine con la chiesa, mi è venuto da pensare che, toh, è vero: la chiesa, pardon, le chiese cristiane stanno facendo proprio questo. Cari fedeli, non prendetevela con altre religioni, magari peggiori di noi che già facciamo schifo abbastanza (noi cattolici, protestanti, calvinisti, greco-ortodossi ecc.). L´importante è che manteniate vivo questo sentimento a metà tra terrore concreto e speranza indefinita che aiuta noi, religioni, a continuare a farci i cavoli nostri, e i nostri finanziatori-sostenitori, a tenervi sottomessi economicamente e psicologicamente.
    Saluti
    Massimo

    RispondiElimina
  4. E il non votar mai come stavolta è dolce, in questo mare.

    RispondiElimina
  5. Non voto, hasta la victoria (un giorno, speriamo).

    RispondiElimina