venerdì 26 giugno 2015

Le catene di valore


941top manager di tutto il mondo prevedono che, nell’arco di cinque anni, 4 delle prime 10 aziende (in termini di quota di mercato) in ogni settore saranno o risucchiate o eliminate dalla digitalizzazione che sta ridisegnando i confini dell’industria. In altri termini, si tratta dell’urto che le tecnologie digitali avranno sul valore e la posizione di mercato delle società esistenti, un “movimento inevitabile delle industrie […] in cui i modelli di business, le offerte e le catene di valore sono digitalizzate nella maggior misura possibile”.

Sempre meno posti di lavoro, dunque.

*


Ammesso e non concesso, così direbbe Totò, che esista qualcosa che possa definirsi di sinistra, di che cosa si tratta, sia pure vagamente? Giorgio Gaber a suo tempo la buttò in burla elencando cos’era di sinistra e di destra.

Della destra noi sappiamo tutto, esattamente che cosa pensa Salvini e abbastanza in dettaglio a cosa punta Renzi. Ma della sinistra che cosa sappiamo? I vari Civati, Cofferati, Landini, Vendola, Fassina, che cavolo di sinistra hanno in testa? Anticapitalista? Ne dubito fortemente. E anticapitalisti sono anche i camerati di CasaPound. Per un capitalismo riformato? Oh, allora le schiere s’ingrossano, diventano legioni, eserciti galattici. Anche Bergoglio e Obama, ognuno a suo modo, sono per le riforme. Si associa anche la Lagarde, sotto-sotto è per mettere qualche pezza al sistema scricchiolante. E il suo predecessore, Strauss-Kahn, aveva idee incendiarie a tale proposito. Perciò l’hanno tolto dalla corsa alla presidenza francese per piazzare Pomme de Terre all’Eliseo.

Non esiste una sinistra di lotta e di governo. Chi l’ha detto e fatto credere, ieri e oggi, è un bugiardo, un millantatore e un mistificatore. Abbiamo esperienza pluridecennale di che cosa significa “sinistra di lotta e di governo”. Non mi pare che le condizioni di vita e di lavoro dei salariati siano migliorate di quel tanto da poter dire: merito della “sinistra di lotta e di governo”. Per esempio, qualcuno ha mai sentito dire chiaro e tondo da questi illustri personaggi: “I salariati non possono più sostenere gli enormi profitti lavorando otto ore il giorno come un secolo fa. La produttività del loro lavoro è aumentata a dismisura, ma non è del pari diminuita la giornata lavorativa. Le catene del valore vanno allentate”?


Sia chiaro, non si tratterebbe di una dichiarazione di “sinistra” ma di semplice, per così dire, buon senso. Manco le dichiarazioni di buon senso si sentono, figuriamoci quelle di sinistra.

2 commenti:

  1. http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/06/25/buona-scuola-dura-contestazione-a-mineo-monetine-e-insulti-i-docenti-buffone-ti-sei-astenuto/388458/

    Mi sembra che questo breve video, calzi a pennello con la seconda parte del suo post.

    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, anche con quello di ieri
      grazie, ciao

      Elimina