sabato 7 luglio 2012

Reset



D’accordo, si chiudano i piccoli ospedali se questi sono fonte di sprechi quant’altro mai, ma siamo sicuri della bontà delle scelte di spesa? Per esempio: per l’Italia, la Spagna e la derelitta Grecia a cosa servono gli UCAV, ossia i droni d’attacco? Capisco che Alenia Aermacchi come partner industriale ha indubbiamente interesse a parteciparvi, ma siamo certi che in Europa non ci sia altra opportunità d’investimento?


Per quanto riguarda l’Italia, oltre alla vicenda dei bombardieri F-35, nel 2008 il governo Prodi, subito prima di lasciare, aveva approvato l’acquisto di 4 UAV (Unmanned Aerial Vehicle) Predator B di General Atomics, compreso il pacchetto di sensori, sistemi di controllo a terra e supporto logistico, che si andavano ad aggiungere ai 5 Predator A acquistati nel 2004 dall’Aeronautica Militare (di cui 1 perso in fase di addestramento, perdita ripianata da un ordine per 2 velivoli effettuato nel 2005).


Capisco che il business dei droni si sta facendo sempre più forte (non mancheranno sicuramente le “intermediazioni”), ma nella situazione disperata nella quale ci troviamo ora leggo che L’Italia parteciperà anche a una nuova spesa di 4 miliardi di dollari per cinque droni made in Usa, dislocati dalla Nato a Sigonella, e acquisterà missili e bombe di precisione per i propri droni, anch’essi made in Usa.

Altro che proteste con i forconi, qui ci vuole un reset senza misericordia.

6 commenti:

  1. Soltanto allora sarà "Game over".

    RispondiElimina
  2. Dovrebbe leggere e commentare il post odierno di Grillo sul suo blog. Sono certo che comparando le sue analisi a quelle del post di Grillo, molti (grillini e non) ..."rifletterebbero". Saluti

    RispondiElimina
  3. chi scrive quella roba per grillo non ha la minima idea di come funziona il caitalismo, non da oggi, ma da sempre.

    oppure, cosa assai più probabile, ciula nel manico. vogliono il capitalismo con le regole, ma la prima regola del capitalismo è il profitto a qualunque costo. lo sanno bene non sono così ingenui come molti loro lettori.

    cmq su questo ho scritto abbastanza in passato. chi legge grillo non vuol sentire obiezioni.

    saluti e grazie s segnalzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio parere, chi pensa di voler mantenere centrale il capitalismo come etica di organizzazione sociale e al contempo si illude di poterne orientare il comportamento virtuoso, mi ricorda uno che va in un prato con una tigre, la accarezza dolcemente e le spiega quanto faccia bene una dieta vegetariana. Poi la libera perché la tigre possa brucare l'erbetta. Secondo me non torna a raccontarci se l'erbetta è piaciuta alla tigre.

      ps: i tuoi refusi posseggono sempre una detonante potenzialità; effettivamente solo a un ciula può piacer ciurlare ;)

      Elimina
  4. Ci sono partecipazioni commerciali alle quali non è possibile sottrarsi, pena punizioni severe, non eslusivamente economiche, mai dichiarate ma inflessibilmente certe. Le intermediazioni invece sono il piccolo premio all'obbedienza.
    Conscrit

    RispondiElimina